organizzare-funerale

Devo ammetterlo. Pinterest è un social network che tengo d’occhio con costanza e che ultimamente inserisco spesso come “laboratorio d’immagine sperimentale” in strategie di comunicazione digitale (funziona molto bene in simbiosi con Twitter).

Il social network più femminile (per utilizzo) del Web ha tuttavia alcuni evidenti limiti legati alla sua natura quasi esclusiva di piattaforma di archivio immagini: difficile trovare contenuti personali che vadano al di là dell’estetica un po’ fine a se stessa e contenuti aziendali che si distacchino dalla logica del “catalogo duepuntozero”. Poca concretezza, insomma.

A meno di non imbattersi in eclatanti colpi di genio.

Ed è proprio in qualcosa di questo tipo che mi sono imbattuto leggendo Lasblogenpunto, il blog di Juan Boronat (risorsa che consiglio vivamente a tutti coloro mastichino almeno un po’ di spagnolo!). Una campagna di comunicazione sociale con utilizzo integrato (e molto sensato!) di Pinterest.

L’ente governativo australiano Transport Accident Commission si è servito proprio di Pinterest per veicolare un messaggio forte con l’obiettivo di sensibilizzare sul problema delle morti al volante che sta angustiando il paese…

Assolutamente interessante il fatto che il messaggio non si sia rivolto direttamente al target della campagna, i giovani maschi australiani, ma alle loro madri e fidanzate, con l’idea di promuoverle ad ambasciatrici del messaggio stesso puntando tutto sull’emotività del rapporto affettivo per amplificarne l’efficacia.

Non da poco anche l’attività di digital PR con cui sono stati coinvolti blogger verticali (fashion e food soprattutto) che hanno fornito materiale ed idee per rendere ancora più incisivo il messaggio visuale in relazione al tema “come organizzare un funerale“.

Strategicamente davvero una bella campagna che mi andava di proporvi e di commentare insieme a voi. Che ve ne pare?

Ancora convinti che Pinterest non possa veicolare messaggi seri ed iniziative concrete? Discutiamone…