Non ce n’è per nessuno. Se volessi essere sicuro di condurre una strategia di social media marketing davvero completa, coerente ed integrata mi rivolgerei ai responsabili della comunicazione online di Obama.

Dopo aver praticamente vinto una campagna elettorale sui Social Network, il presidente deve averci preso gusto e dopo essersi aperto a Foursquare e al geo-social marketing eccolo “sbucare” con una nuova pagina su Tumblr, la piattaforma del momento.

Se alle potenzialità di Tumblr ho dedicato un post abbastanza apprezzato (date un occhio anche ai commenti), mi fa piacere constatare di non essere l’unico estimatore dello strumento.

Interessante riportare anche il primo post pubblicato dal team di Obama, che si dimostra (come al solito!) molto attento alla community di riferimento, alle policy e alle peculiarità della piattaforma.

(…) We’d like this Tumblr to be a huge collaborative storytelling effort—a place for people across the country to share what’s going on in our respective corners of it and how we’re getting involved in this campaign to keep making it better.
It’s possible because of Tumblr’s submission feature.
You can send us a few paragraphs about how your latest phonebanking gig went or why you’re in for 2012. Share the latest chart you saw that made you go “woah.” Ask a question. Upload a photo of 2012 t-shirts or signs you see out in the wild. Pass along jokes, particularly if they’re funny. And if you’re among the Tumbl-inclined, send us posts you’ve published on your own Tumblr that we should look at re-blogging.(…)

Vi consiglio di dare un’occhiata anche alll’articolo di Matteo Castellani attraverso cui ho scoperto la notizia.